23 ottobre 2007

Definizione di Compliance Aziendale

di Giovanni Battisti.

Compliance n (following law or norm): norma, conformità nf; accordo nm
Compliance n (conformity): disciplina nf; obbedienza nm

Compliance è la conformità delle attività aziendali alle disposizioni normative, ai regolamenti, alle procedure ed ai codici di condotta (che di seguito per brevità identificheremo con il termine “Norme”).

A puro titolo esemplificativo, tra le disposizioni normative più note che “regolano” l’attività aziendale ricordiamo:
  • il D.Lgs. 626/94 "Sicurezza sul lavoro";
  • il D.Lgs. 231/01 "Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche";
  • il D.Lgs. 196/03 "Codice in materia di protezione dei dati personali" cd. Codice Privacy.

La compliance aziendale è quindi un’attività preventiva che si preoccupa di prevenire il rischio di non conformità dell’attività aziendale alle Norme, suggerendo –ove si riscontrino disallineamenti- le più opportune soluzioni.

Per quanto detto, la Funzione Compliance è la struttura organizzativa cui è affidato il compito di:
  • prevenire i disallineamenti tra le procedure aziendali e l’insieme delle regole interne ed esterne all’azienda;
  • assistere le strutture aziendali nell’applicazione delle Norme;
  • predisporre interventi formativi per adeguare le procedure interne dei dipendenti e dei collaboratori alle Norme;
  • coordinare e garantire l’attuazione degli adempimenti richiesti dalle Norme;
  • segnalare le più recenti novità normative al fine di aggiornare periodicamente la documentazione in essere presso l’azienda;
  • risolvere situazioni di discordanza tra le Norme in vigore e le specifiche realtà operative dell’azienda;
  • assicurare le relazioni con le Autorità ed Organi di Controllo interni ed esterni.




Nessun commento:

Posta un commento