Sicurezza, prorogati gli adempimenti sulla valutazione dei rischi

Il Senato ha approvato ieri il testo del DDL di "conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 3 giugno 2008, n. 97" (il cosiddetto "Decreto Mille-Proroghe") che tra gli altri adempimenti rinvia al 1 gennaio 2009 gli obblighi di valutazione dei rischi previsti dal D.Lgs. 81/08.
Questo il testo dell'emendamento:
«All'articolo 306, comma 2, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, le parole: "decorsi novanta giorni dalla pubblicazione del presente decreto nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana" sono sostituite dalle seguenti: "a decorrere dal 1º gennaio 2009"».
Dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, pertanto, il comma 2 dell'art. 306 del D.Lgs. 81/08 sarà così modificato (le modifiche in grassetto);
"Le disposizioni di cui agli articoli 17, comma 1, lettera a), e 28, nonché le altre disposizioni in tema di valutazione dei rischi che ad esse rinviano, ivi comprese le relative disposizioni sanzionatorie, previste dal presente decreto, diventano efficaci a decorrere dal 1º gennaio 2009; fino a tale data continuano a trovare applicazione le disposizioni previgenti."
Le disposizioni di cui agli articoli 17, comma 1, lettera a) e 28 riguardano rispettivamente la valutazione da parte del datore di lavoro di tutti i rischi con la conseguente elaborazione del documento di valutazione dei rischi e l'oggetto della valutazione dei rischi.

La proroga divenerà operativa dopo la firma del Capo dello Stato e la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale (che dovrebbe avvenire in tempi molto brevi, decadendo il Decreto Legge 97/08 il prossimo 3 agosto 2008).

Commenti

Post più popolari