Responsabilità del datore di lavoro per infortunio del lavoratore con macchina munita di marchiatura CEE

La Corte di Cassazione ha confermato (con sentenza n.45335 del 5 dicembre 2008)la responsabilità del datore di lavoro per violazione della normativa antinfortunistica, per le lesioni personali gravissime causate ad un dipendente da una macchina, munita di marchiatura CE, che presentava vizi di costruzione.
La Corte, in sostanza, considera
"infondato l'assunto difensivo dell'esonero di responsabilità invocato dal ricorrente sulla base del marchio CE, non potendo ad esso ricollegarsi una presunzione assoluta di conformità della macchina alle norme di sicurezza, proprio per la prevedibilità ed evitabilità dell'evento lesivo".
Su FiLODiritto un commento di approfondimento della sentenza.

Commenti

Post più popolari