Strumenti per la valutazione dei rischi nelle piccole imprese

La valutazione dei rischi legati all'attività di impresa è, per legge, un compito non delegabile del datore di lavoro (D.Lgs. 81/08, art. 17).

Una corretta valutazione dei rischi assume una particolare rilevanza nelle piccole imprese [1], quelle che maggiormente soffrono le conseguenze di incidenti o infortuni: la perdita di una macchina o l’inabilità temporanea al lavoro di un singolo dipendente ha infatti un effetto apprezzabile sulla efficienza e sulla produttività dell’intera organizzazione. Le piccole imprese -se paragonate alle grandi- devono fronteggiare una deficienza con minori risorse di mezzi e personale.

L'Unione Europea ha pertanto promosso il progetto Safety-Checks, con l'obiettivo di sviluppare il concetto di analisi e valutazione del rischio nelle piccole imprese e di fornire ai datori di lavoro gli strumenti operativi per adeguarsi alle disposizioni normative relative alla salute e alla sicurezza negli ambienti di lavoro. Il presupposto è, infatti, quello che il datore di lavoro deve poter adeguare i livelli di sicurezza dell’azienda autonomamente, rivolgendosi a consulenti esterni solo in casi particolarmente complessi.

La D.G.EMPL (Direzione Generale Occupazione e Affari Sociali), con la collaborazione degli Istituti Nazionali per la sicurezza e la prevenzione sul lavoro e degli ispettori dei servizi di vigilanza di tutti i 15 paesi dell’Unione, ha elaborato 70 liste di controllo, denominate "Safety-Check", per rilevare e valutare le condizioni di sicurezza e igiene dell'ambiente di lavoro.

Le liste di controllo attualmente disponibili (e scaricabili gratuitamente dal sito dell'ISPESL) coprono i seguenti settori:
  • Autocarrozzerie
  • Birrerie, distillerie, malterie ed impianti di fermentazione della frutta
  • Concerie
  • Costruzioni metalliche (strutturali)
  • Ferrovie (Manovre)
  • Fioristi
  • Fitness
  • Fonderie
  • Fucinatura, fucinatura a pressa, fucinatura a maglio, profilatura metallica, e metallurgia (applicata) delle polveri
  • Hotel
  • Idraulici
  • Imprese di demolizione
  • Imprese di rifinitura dei tessuti
  • Imprese di smaltimento rifiuti
  • Industrie conserviere
  • Laser ad alta energia
  • Lavanderie
  • Lavori forestali – Taglio alberi meccanico
  • Manifattura e riparazione di capi di pellicceria
  • Movimentazione merci
    • Containers
    • Merci a gancio
    • Rinfuse chimiche e minerarie pulvurulente
  • Nave/Terra – Liquidi trasportabili
  • Negozi (generale)
    • Negozi di alimentari
  • Operatori igiene urbana
  • Prodotti elettrici (manifattura)
  • Rappresentanti
  • Residenze assistite
  • Ristorazione
  • Segherie
  • Sicurezza nave-banchina)
  • Stamperie
  • Stazioni di servizio
  • Trasporto legname
  • Trasporto merci
  • Trasporto mobili
  • Trasporto passeggeri
  • Vetrai
  • Pesca
---
[1] Più del 30% dei lavoratori europei sono impiegati in piccole imprese con meno di dieci addetti.

Commenti

Post più popolari