I profili del controllo nel modello di governance tradizionale, dualistico e monistico

L'avv. M. Bianchini, nel suo intervento al convegno CNDCEC dello scorso 4 giugno, ha affrontato il tema dei nuovi sistemi di amministrazione delle società per azioni introdotte dalla riforma del 2003.

Il testo dell'intervento, disponibile sul sito di Assonime, ripercorre i contenuti della riforma del 2003, e le ragioni e gli obiettivi che hanno portato il legislatore ad introdurre la possibilità, per i soci di società per azioni, di avvalersi del sistema dualistico o monistico in alternativa al sistema tradizionale.
Dopo averne sintetizzato gli aspetti salienti, ed i compiti e le funzioni assegnate per legge (o assegnabili in via statutaria) agli organi previsti dai modelli alternativi, l'autrice si concentra sui profili del controllo nel modello dualistico e nel modello monistico, concludendo con una riflessione sulle utilità attese dai modelli di amministrazione e controllo, ovvero delle ragioni che "possano condurre un'impresa in Italia a scegliere oggi il sistema dualistico, il sistema monistico o il sistema tradizionale".


Link utili:

Commenti

Post più popolari