ISVAP: le politiche di remunerazione nelle imprese di assicurazione

L'ISVAP ha reso disponibile, lo scorso 11 giugno, il documento di consultazione n. 33/2009, recante uno schema di regolamento relativo alle politiche di remunerazione nelle imprese di assicurazione.

Tale schema di Regolamento, sottoposto alla procedura di pubblica consultazione, "detta principi in materia di politiche retributive delle imprese di assicurazione con particolare riferimento agli amministratori, ai dirigenti e al personale dell'impresa la cui attività può avere un impatto significativo sul profilo di rischio dell'impresa (c.d. risk taking staff).
Pur essendo le politiche retributive rimesse all'autonomia delle singole imprese - anche in relazione alla necessità di garantire, in un contesto concorrenziale, incentivi adeguati alle professionalità richieste - in ottica di vigilanza prudenziale si pone l'esigenza di evitare che politiche eccessivamente sbilanciate sulla realizzazione di risultati di breve termine possano pregiudicare la sana e prudente gestione delle imprese incoraggiando l'assunzione di un'eccessiva esposizione al rischio.
Si è ritenuto pertanto di intervenire con uno specifico atto regolamentare, in conformità al potere, attribuito all'ISVAP dall'articolo 5, comma 2 del Codice delle Assicurazioni private, di adottare ogni regolamento necessario per la sana e prudente gestione delle imprese di assicurazione, al fine di prevenire il manifestarsi di episodi di criticità analoghi a quelli che hanno investito i mercati finanziari di diversi Paesi.
Nella predisposizione del testo regolamentare si è tenuto conto dei più recenti orientamenti emersi a livello internazionale a seguito della crisi, tra cui i Principles for Sound Compensation Practices del Financial Stability Forum dell'aprile 2009 e le Raccomandazioni della Commissione Europea n. 2009/384/CE e n. 2009/385/CE del 30 aprile 2009 in materia di politiche di remunerazione." (Estratto dalla "Relazione di presentazione per la pubblica consultazione").

Eventuali osservazioni, commenti e proposte possono essere inviate all'Autorità entro il 15 ottobre 2009 al seguente indirizzo di posta elettronica: remunerazioni (at) isvap (dot) it.

Commenti

Post più popolari