La valutazione di stress e rischi stress in azienda

Comunicato stampa

Alla vigilia della scadenza del 15 agosto per le revisioni al d.lgs. 81/2008 le aziende italiane sono ancora molte le aziende italiane che non si sono adeguate al cosiddetto testo unico sulla sicurezza e, in particolare, alla sezione relativa allo stress lavoro correlato.
In realtà la scadenza da rispettare era quella del 16 maggio e le aziende più soggette a controlli e ispezioni lo sanno bene.

Dopo i primi mesi di incertezza e confusione gli elementi fondanti una corretta valutazione dei rischi stress sono stati ben definiti e condivisi a livello istituzionale e da parte degli enti di controllo.
I punti cardine riguardano:
  • l'importanza di introdurre nel DVR (documento di valutazione dei rischi) la valutazione dei fattori di rischio stress lavoro correlato, non dello stress rilevato;
  • l'importanza di individuare gruppi omogenei per rischi psicosociali e non necessariamente per mansione;
  • la necessità di dare un peso a tali fattori in termini di possibilità che da fattori di rischio si trasformino in reali elementi di stress oltre la soglia e il tempo tollerabile;
  • la priorità alle azioni di prevenzione e monitoraggio messe in atto rispetto a tali fattori di rischio.

In tale senso si conferma ulteriormente la validità del modello di valutazione dei rischi SSR proposta dal Centro FerrariSinibaldi, che ha contribuito attivamente a definire tali criteri condivisi per due elementi fondanti. Il primo riguarda la solidità delle basi teoriche e metodologiche del modello, nato da un centro specializzato e da una ricerca psicosociale durata più di due anni e tuttora in corso; la seconda, più empirica, deriva dalla scelta di tale modello di valutazione da parte di grandi aziende e pubblica amministrazione italiane, tra cui Eni, Schering Plough, Marina Militare Italiana, De Cecco, Amiacque, Regione Piemonte e altre ancora.

La giornata di presentazione del modello SSR è giunta alla quattordicesima edizione in pochi mesi e viene frequentata da aziende e consulenti di tutta Italia. I prossimi apputamenti sono per il 24 settembre a Milano e l'8 ottobre a Roma (per approfondimenti clicca qui).
Il Centro FerrariSinibaldi ha anche elaborato strumenti per il monitoraggio e la valutazione di stress e rischi stress in azienda, fornendo test, questionari e software in grado di permettere una semplice ed effiace valutazione da parte degli specialisti di settore (per approfondimenti clicca qui).

Commenti

  1. Come fare per valutare il proprio contesto lavorativo?

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari