Nasce la "Rivista sul Penale in Economia"

Oggi il via ufficiale a "Rivista sul Penale in Economia", rivista giuridica on line (gratuita) interamente specializzata nel diritto penale dell’economia, che si propone di svolgere un monitoraggio costante sia della normativa sia della giurisprudenza relativa alla materia e di approfondire, con commenti ed approfondimenti dottrinali, i vari temi trattati.

Ne parliamo con il suo ideatore e direttore responsabile, Stefano Antiga, già moderatore del sito Infodirittopenale (che chiude, invece, oggi i battenti).

ComplianceAziendale.com: Ciao Stefano, e complimenti per questa nuova iniziativa. Anzitutto, una domanda: Cosa identifica il termine "penale economico"?
Stefano Antiga: Il diritto penale economico comprende gli aspetti sanzionatori del c.d. diritto dell'economia: reati societari, fallimentari, tributari, ecc.
Nella Rivista vi è un elenco di tutte le categorie trattate (dai un'occhiata alla sezione "Topics").

CA: Da dove nasce l'idea di creare un sito dedicato al diritto penale economico ?
SA: Ho voluto creare una rivista dedicata tout court al penale economico, in quanto questo settore è cresciuto enormemente negli ultimi tempi. Un esempio illustre: la normativa sulla responsabilità ex crimine degli enti (d.lgs. 231/01), a soli otto anni dalla sua emanazione, ha conosciuto uno sviluppo a dir poco eccezionale. E poi si tratta del settore del diritto penale che, personalmente, trovo più stimolante.

CA: Quali sono gli obiettivi che ti proponi con la Rivista sul Penale Economico?
SA: Lo scopo è quello di svolgere un monitoraggio costante dell'evoluzione normativa e giurisprudenziale sui temi trattati. Attività fondamentale non solo per accrescere la mia preparazione in materia, ma anche - e forse soprattutto - per dare un contributo a coloro che (spesso non giuristi o esperti del settore) devono districarsi nel "mare magnum" di norme e normicchie che caratterizzano questa materia.

CA: E come pretendi di raggiungere questo scopo piuttosto ambizioso?
SA: L'idea è quella di coinvolgere professionisti ed esperti del settore, al fine di conferire una certa autorevolezza alla Rivista. In più, oltre ad essere il direttore responsabile, di tanto in tanto curerò personalmente delle pubblicazioni, specie in quegli ambiti (ad esempio il penale societario, il penale fallimentare e la responsabilità degli enti) dove ho acquisito le maggiori conoscenze.

CA: A chi si rivolge la Rivista?
SA: Il diritto penale dell'economia è una materia che interessa una platea molto ampia di soggetti. Pensiamo agli imprenditori, sempre di più alle prese con le problematiche cui dà adito questa disciplina. Ma anche avvocati, magistrati, studenti. Insomma, chi più ne ha più ne metta.

CA: Cosa troveremo sulla Rivista?
SA: Normativa, giurisprudenza e approfondimenti dottrinali sulle categorie del penale economico.

CA: E, mi auguro, anche l'evoluzione di "Osservatorio giurisprudenza 231" che, nato neppure un mese fa, ha già riscosso un notevole successo!
SA: Assolutamente sì, non dubitare.

CA: Ci sarà la possibilità di collaborare?
SA: Certamente. Anzi, mi sia consentito utilizzare Compliance Aziendale per caldeggiare l'invio di articoli da parte di coloro che a vario titolo hanno a che fare con gli ambiti trattati.
Nel "Menu Principale" della Rivista, troverete la sezione "Collabora", con tanto di mail per l'invio di contributi.

CA: Grazie, Stefano, e tienici aggiornati sugli sviluppi di questa "Rivista sul Penale in Economia" e sulle tue iniziative future.
SA: Grazie a voi e arrivederci a tutti i lettori su "Rivista sul Penale in Economia".

Commenti

Post più popolari