La prova ed il contenzioso nelle operazioni e nei servizi bancari (convegno)

Attenzione: questo evento non è più attivo!


Convegno - 26 Maggio 2010 - Milano, Palazzo Mezzanotte


Le modalità di prova delle comunicazioni da parte della banca nelle operazioni e nei servizi bancari
  • La prova da parte della banca di avere correttamente comunicato le variazioni delle condizioni contrattuali
  • Le forme alternative di prova nel contenzioso con la clientela
  • L'utilizzo del sito internet e del supporto durevole quale forma di comunicazione e prova non opponibile
  • L'uso della posta elettronica quale forma di comunicazione non contestabile: documento informatico e firma digitale
  • Le prove dirette e le prove presuntive: limiti ed utilizzabilità da parte della banca
  • Le clausole da inserire in contratto a protezione degli interessi della banca
Avv. Maurizio Tidona, Studio Legale Tidona e Associati


Gli obblighi per la banca di conservazione e produzione in giudizio della documentazione relativa alle operazioni ed ai servizi bancari
  • Privacy e diritto di accesso alla documentazione bancaria
  • Obblighi di conservazione e la recente giurisprudenza sugli oneri a carico della banca
  • Prescrizione del diritto del cliente e richiesta della documentazione bancaria
  • Il contenzioso tra la banca e la curatela in ordine alla consegna della documentazione bancaria del fallito
  • Rimedi proponibili per la limitazione di responsabilità della banca per la inesatta conservazione e produzione
Avv. Prof. Daniele Maffeis, Studio Legale De Nova
Professore Associato di Diritto Privato, Università di Brescia


Requisiti e prova del "giustificato motivo" legittimante la modifica unilaterale delle condizioni contrattuali da parte della banca
  • La possibilità per la banca di modificare unilateralmente i tassi, i prezzi e le altre condizioni di contratto qualora sussista un "giustificato motivo"
  • Presupposti, requisiti e casistica del "giustificato motivo" che consenta la variazione sfavorevole
  • La comunicazione espressa al cliente in forma scritta o mediante altro supporto durevole
  • La necessità della specifica approvazione per iscritto del cliente di cui all'art. 1341 c.c.
  • Le conseguenze ed i rischi per la banca della dichiarazione di inefficacia delle modifiche sfavorevoli per il cliente in assenza del "giustificato motivo"
  • La prescrizione del diritto del cliente alla contestazione delle modifiche non supportate da "giustificato motivo"
Avv. Luca Zitiello, Studio Legale Zitiello e Associati


Le ordinanze anticipatorie di condanna e la prova: artt. 186 bis, ter e quater c.p.c.
  • Profili strutturali e sostanziali delle ordinanze ex art. 186 bis, ter e quater c.p.c.
  • I termini per la concessione delle ordinanze e le vicende anomale del processo (sospensione e interruzione)
  • L'ordinanza di condanna al pagamento delle somme non contestate: significato e peculiarità della "non contestazione"
  • L'ordinanza d'ingiunzione: i presupposti per la sua operatività e per la sua efficacia esecutiva
  • L'ordinanza d'ingiunzione e l'art. 50 nel Testo Unico Bancario
  • Il ricorso alle ordinanze anticipatorie nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo e nel caso di cumulo di domande
Avv. Prof. Achille Saletti, Studio Legale Saletti
Professore Ordinario di Diritto Processuale Civile, Università di Milano

Commenti

Post più popolari