03 aprile 2010

Controllo a distanza dei lavoratori con software

di Stefano Corsini

Pronunciandosi per la prima volta sul tema, la Corte Suprema ha affermato che i programmi informatici, che consentono il monitoraggio della posta elettronica e degli accessi ad Internet dei dipendenti, sono necessariamente apparecchiature di controllo, soggette alle condizioni di cui all’art. 4 dello Statuto dei lavoratori. Con Sentenza depositata il 23 febbraio 2010, la Corte Suprema ha avuto modo di esaminare il caso di una dipendente che è stata licenziata per aver navigato su siti web non pertinenti all’attività lavorativa. Il datore di lavoro aveva effettuato in due momenti diversi dei controlli mediante l’utilizzo di un software apposito (Super Scout) dai quali è emersa una condotta difforme dal Regolamento aziendale che disciplina l’utilizzo di Internet e della posta elettronica. [...]

Leggi tutto l'articolo su webdieci.com

Leggi anche:

1 commento:

  1. Trovo che il Provvedimento del Garante sia eccessivamente rigido ed anche le faq non chiariscono certi aspetti. Comunque l'articolo è interessante e ho trovato altro materiale in rete dell'Avvocato Stefano Corsini.

    RispondiElimina