13 settembre 2010

Quali benefici aspettarsi dall'adozione del Modello ex D.Lgs. 231/2001?

Prefazione all'articolo sui benefici dei Modelli 231 pubblicato dalla Rivista dell'Associazione Italiana Internal Auditors (Maggio/Agosto 2010).
di Stefano Barlini, CIA, CISA, CCSA, QAR*

Quali sono i benefici per la mia azienda derivanti dal programma di conformità al D.Lgs. 231/2001? E' una delle domande più ricorrenti e al contempo più critiche in un incontro in cui si discute dell'opportunità di dare seguito al D.Lgs. 231/2001. Se dei costi derivanti si può, infatti, fare una illustrazione puntuale facilmente intellegibile e condivisibile, quando si parla di benefici spesso in un confronto professionale inizia la "salita".

Proprio da una delle discussioni più popolate (ben 27 interventi) e stimolanti che ho potuto apprezzare e seguire sul gruppo OdV di Linkedin "Sistema organizzativo 231 e PMI: non ci penso proprio. Parola di imprenditore. Chi non è d'accordo mi convinca (concretamente, no fumo grazie!!)" iniziata da Giovanni Carrara (davvero abile nell'avviare e gestire la discussione verso l'obiettivo che si era posto), ho iniziato una riflessione che mi ha portato ad ampliare gli elementi sui quali fino ad allora poggiavo le mie risposte al quesito sui benefici dei Modelli 231.

La sentenza di proscioglimento in favore di una nota società (il Beneficio per definizione) e il casuale ritrovamento (con le mie note di allora!) tra le mie carte (bisognose di ordine) di un articolo letto parecchi anni prima ("The Unexpected Benefits of Sarbanes-Oxley") di S.Wagner e L.Dittmar mi hanno alla fine determinato a comporre un articolo sui benefici derivanti dai programmi di conformità al D.Lgs. 231/2001.
Nonostante il sotto-titolo con cui è stato pubblicato "I benefici derivanti dall'attuazione di un Modello 231 ripagano ampiamente i costi di avviamento e di gestione", in quanto affermazione, sembri preludere ad una dimostrazione dell'eccedenza dei benefici sui costi derivanti, in realtà l'articolo è l'avvio di una ricerca dei benefici riscontrati nell'esperienza applicativa in larga parte vissuta dal sottoscritto fin dai primi progetti condotti dalle aziende ed enti in genere.
In questo senso, la semplice aggiunta di un punto interrogativo finale "I benefici derivanti dall'attuazione di un Modello 231 ripagano i costi di avviamento e di gestione?" meglio descriverebbe il contenuto e l'intento di questo articolo.
Accanto, quindi, ai benefici più frequentemente illustrati a supporto della scelta (è pur sempre una facoltà e non un obbligo) di intraprendere un programma di conformità ai requisiti discendenti dal D.Lgs. 231/2001, ho cercato di avviare la creazione di una popolazione di benefici diretti ed indiretti che in talune esperienze applicative sono stato in grado di riscontrare.

L'intento è chiaramente quello di stimolare la ricerca e la documentazione di nuovi ed ulteriori potenziali benefici o, ancora meglio, avere la speranza che qualcuno nella propria "esperienza 231" riesca a far conseguire alla propria azienda la maggior quantità e valore dei benefici possibili, volgendo magari le sorti del programma di conformità in una direzione ("Il Modello 231 ha creato valore per la nostra azienda") piuttosto che un'altra ("Il Modello 231 ha creato solo dei costi per la nostra azienda").
Milano, Via G. Leopardi 3 - 20123
Tel. +39  02 43912344 Fax: +39 02 4390711
Roma, Via L. Calamatta 16 - 00193
Tel. +39 06 68395091 Fax. +39 06 68581565
E-mail: s.barlini@audest.com | Website : http://www.audest.com/

Nessun commento:

Posta un commento