Ripartizione delle competenze tra Compliance e Internal Audit, comunicazione congiunta Banca d'Italia - CONSOB

Comunicazione congiunta Banca d'Italia - CONSOB dell'8 marzo 2011 in materia di ripartizione delle competenze tra Compliance e Internal Audit nella prestazione dei servizi di investimento e di gestione collettiva del risparmio.

Il Regolamento congiunto Banca d'Italia - Consob, emanato ai sensi dell'art. 6, co. 2-bis del TUF, disciplina il sistema dei controlli interni degli intermediari abilitati a prestare servizi di investimento o di gestione collettiva, prevedendo controlli relativi alla conformità alle norme (compliance), alla gestione del rischio (risk management) e alla revisione interna (internal audit).

L'attuazione del regolamento ha fatto sorgere dubbi interpretativi con riferimento alla natura, all'estenzione e alla finalità dei controlli di competenza delle funzioni di compliance e di internal audit, dubbi che determinano difficoltà nella ripartizione dei compiti tra le due funzioni.
Per chiarire i rapproti ed i recirpoci ambiti di copetenza della funzione compliance e della funzione internal audit, Banca d'Italia e CONSOB hanno pubblicato una comunicazione congiunta sulla "ripartizione delle competenze tra compliance e internal audit nella prestazione dei servizi di investimento e di gestione collettiva del risparmio."
La comunicazione, in particolare, fornisce chiarimenti sull'area dei controlli ex post, in cui maggiori sono i rischi di sovrapposizione tra le due funzioni.

Commenti

Post più popolari