21 novembre 2011

La disciplina del collegio sindacale e del sindaco unico nelle Spa e nelle Srl - Nota interpretativa del CNDCEC

Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili ha pubblicato una nota interpretativa sui cambiamenti apportati dalla c.d. Legge di Stabilità 2012 (legge 12 novembre 2011, n. 183) alla disciplina del Collegio Sindacale e del sindaco unico nelle Spa e nelle Srl.

Riporto dalla premessa al documento del CNDCEC:
«La c.d. Legge di stabilità 2012 è destinata a modificare incisivamente l'attuale ordinamento societario, prevedendo sostanziali trasformazioni degli attuali sistemi di controllo delle società per azioni e delle società a responsabilità limitata.
Le società di capitali che adottano il modello tradizionale di governance, al ricorrere dei presupposti previsti dalla legge, potranno de futuro nominare un unico sindaco, in sostituzione del collegio sindacale. In questo mutato contesto normativo il legislatore ha, quindi, identificato nel sindaco unico la dimensione monocratica dell'organo di controllo - presente nell'attuale disciplina positiva esclusivamente nella forma pluripersonale - mantenendone inalterate tutte le caratteristiche e le prerogative.
La novella solleva, tuttavia, numerose criticità sia interpretative sia operative, determinate principalmente dalla asistematicità delle modifiche introdotte e dall'assenza di un adeguato coordinamento logico con le altre disposizioni dell'ordinamento societario.
Dal momento che le disposizioni contenute nella suddetta legge entreranno in vigore a partire dal 1° gennaio 2012, il Consiglio Nazionale, pur non ritenendo condivisibili né la ratio, né le modalità di un simile intervento normativo, ha elaborato il presente documento interpretativo al fine di illustrarne, sinteticamente, l'ambito applicativo e l'operatività.»

Su questo tema il CNDCEC si è espresso anche con una lettera aperta al Capo dello Stato, lettera sottoscritta da tutte le sigle sindacali di categoria.

Scarica il documento "La disciplina del collegio sindacale e del sindaco unico nelle Spa e nelle Srl alla luce della Legge di stabililità - Nota interpretativa"

1 commento:

  1. Personalmente ritengo che qs norma che prevede la riduzione da 3 (o 5) ad 1 solo sindaco sia un passo indietro e metta nelle condizioni di inferiorità - sptt psicologica - il suddetto sindaco "unico". Dal punto di vista puramente aziendalistico non si vede quale ratio possa avere la norma, infatti questo provvedimento determina risparmi marginali sul conto economico, riducendo di fatto i controlli e quindi le garanzie a danno dell'effettiva "chiarezza, verità e correttezza" del Bilancio come richiesto dall'art. 2423 cc

    RispondiElimina