Appalti: falsa dichiarazione e responsabilità dell'ente per truffa

Il rappresentante della società che attesta falsamente di avere regolarmente versato i contributi previdenziali e le imposte per partecipare a una gara di appalto risponde anche di truffa e, conseguentemente, all'impresa si può irrogare la sanzione per l'illecito amministrativo in tema di responsabilità dell'ente in base al decreto legislativo 231/2001 (art. 24), per non avere adottato idonei modelli organizzativi atti a prevenire la violazione penale.

Lo ha precisato la Cassazione, sezione V penale, con la sentenza n. 14359 depositata il 16 aprile 2012.

Due brevi commenti su:

Commenti

Post più popolari