23 maggio 2012

Banca d'Italia: Disposizioni di vigilanza in materia di sanzioni e procedura sanzionatoria amministrativa

Banca d'Italia sottopone alla consultazione pubblica lo schema delle disposizioni di vigilanza che disciplinano l’esercizio del proprio potere sanzionatorio.

Tale provvedimento - contenente i principi generali e le regole procedimentali di esercizio del potere sanzionatorio - risponde all’esigenza di razionalizzare la disciplina complessiva in materia, dettando in un unico corpus le disposizioni sinora frammentate in più atti normativi diretti alle diverse categorie di intermediari vigilati, che verranno di conseguenza abrogati e sostituiti dalle presenti disposizioni. Sono stati, inoltre, apportati gli aggiornamenti resi necessari dalle numerose modifiche normative che hanno interessato la materia nell’ultimo decennio.

Al fine di garantire il buon funzionamento e l’efficacia dell’azione amministrativa della Banca d’Italia anche con riguardo all’esercizio del potere sanzionatorio, la disciplina della procedura sanzionatoria è stata sottoposta a una complessiva revisione. In particolare, con le disposizioni:
  • viene chiarito, in coerenza con esigenze di certezza e prevedibilità della sanzione, che, specialmente nelle materie disciplinate da norme di principio, la Banca d'Italia valuta la condotta tenendo conto anche di eventuali provvedimenti volti a precisare il contenuto del precetto o a disporre specifiche misure correttive; si ha altresì riguardo agli effetti che i comportamenti hanno determinato sulla complessiva situazione dell’intermediario o sull’esposizione ai diversi profili di rischio;
  • viene incentivata la collaborazione attiva e l’adozione di misure correttive da parte dei soggetti vigilati; in tal modo, l’esercizio del potere sanzionatorio diventa maggiormente funzionale al perseguimento delle finalità stesse dell’attività di vigilanza; - viene dato ampio risalto all’esercizio del diritto di difesa dei soggetti sottoposti al procedimento, prevedendo modalità di interlocuzione che salvaguardino al tempo stesso il pieno contraddittorio tra le parti e l’economicità dell’istruttoria;
  • viene semplificato l’iter istruttorio, prevedendo che il vaglio collegiale sia limitato ai casi di maggiore complessità.
Scarica il documento "Disposizioni di vigilanza in materia di sanzioni e procedura sanzionatoria amministrativa"

Nessun commento:

Posta un commento