04 maggio 2012

Il nuovo assetto dei controlli nelle s.p.a. e nelle s.r.l. - nota del CNDCEC

Il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili ha redatto una nota interpretativa nella quale si esaminano le recenti trasformazioni degli assetti dei controlli nelle S.p.a. e nelle S.r.l..

Il documento, "Il nuovo assetto dei controlli nelle S.p.a. e nelle S.r.l. alla luce del decreto semplificazioni - Nota interpretativa", fornisce un primo contributo interpretativo in merito alla corretta configurazione degli organi di controllo, nonché all'attribuzione delle relative funzioni, a seguito delle novità introdotte dalla legge n. 35/2012, di conversione del D.L. n. 5/2012 (c.d. "Decreto semplificazioni"), il quale si inserisce in un articolato iter legislativo che, pur nella perdurante mancanza di un adeguato coordinamento con le altre disposizioni dell'ordinamento societario, ha introdotto la figura del sindaco unico.
Nell'ultima versione dell'assetto dei controlli, la possibilità di nominare un organo di controllo monocratico, inizialmente introdotta sia nelle s.p.a. sia nelle s.r.l., è stata confermata esclusivamente in quest'ultimo tipo societario, peraltro prevendendone rilevanti modifiche.

Con questa nota interpretativa, il Consiglio nazionale prende dunque posizione sulle questioni sollevate dalla nuova versione del codice civile.


Vai al documento "Il nuovo assetto dei controlli nelle S.p.a. e nelle S.r.l. alla luce del decreto semplificazioni - Nota interpretativa".
Leggi anche:

Nessun commento:

Posta un commento