05 settembre 2012

Banche: sistema dei controlli interni, sistema informativo e continuità operativa

Banca d'Italia ha pubblicato in pubblica consultazione, fino al 3 novembre 2012, il documento "Disposizioni di vigilanza prudenziale per le banche - Sistema dei controlli interni, sistema informativo e continuità operativa", che contiene disposizioni in materia di sistema dei controlli interni, sistema informativo e continuità operativa delle banche e dei gruppi bancari:


«Le principali finalità dello schema di disciplina sono:
  • il rafforzamento della capacità delle banche di gestire i rischi aziendali, in linea con l'esperienza della recente crisi finanziaria che ha messo in luce l'importanza del sistema dei controlli per assicurare la sana e prudente gestione delle banche e la stabilità del sistema finanziario;
  • la revisione organica dell'attuale quadro normativo, resasi necessaria a seguito dell'emanazione, negli ultimi anni, di una serie di disposizioni (di vigilanza, contabili e societarie) che hanno interessato il funzionamento del sistema dei controlli interni. In tale ambito, si è tenuto conto dell'esigenza di inquadrare in modo coerente nel sistema dei controlli delle banche l'attività delle diverse funzioni societarie di controllo previste dall'ordinamento o dalle fonti di autoregolamentazione, tra le quali in particolare il Codice di Autodisciplina di Borsa italiana, (es.: organismo di vigilanza istituito ai sensi della legge n. 231/2001, dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari previsto dall'art. 154-bis del TUF, compiti del comitato controllo e rischi e dell'amministratore incaricato del sistema di controllo interno e di gestione dei rischi);
  • la definizione di un quadro normativo omogeneo che, in base al principio di proporzionalità, tiene conto della natura dell'attività svolta, della tipologia dei servizi prestati, della complessità operativa e della dimensione operativa delle banche;
  • la definizione di una disciplina coordinata con le disposizioni, contenute nel Regolamento congiunto Banca d'Italia – Consob del 29 ottobre 2007, in materia di organizzazione e controlli per la prestazione dei servizi di investimento, che si applicano anche alle banche;
  • l'allineamento alle previsioni contenute nella proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio sull'accesso all'attività degli enti creditizi e sulla vigilanza prudenziale degli enti creditizi e delle imprese di investimento e che modifica la direttiva 2002/87/CE del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alla vigilanza supplementare sugli enti creditizi, sulle imprese di assicurazione e sulle imprese di investimento appartenenti ad un conglomerato finanziario, nonché nella proposta di Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio sui requisiti prudenziali per gli enti creditizi e le imprese di investimento (c.d. "CRD IV").»
Il documento può essere scaricato dal sito della Banca d'Italia, sezione "Consultazioni in corso".

Nessun commento:

Posta un commento