D.lgs 231/01: si amplia l'operatività degli artt. 24-ter e 25-quinquies

dell'avv. Maurizio Arena

«Il d.d.l. 1969-D, definitivamente approvato il 19 settembre e in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, interviene su alcune fattispecie di reato-presupposto di cui al d.lg. 231/2001.

Nel ratificare la Convenzione del Consiglio d'Europa per la protezione dei minori contro lo sfruttamento e l'abuso sessuale (c.d. Convenzione di Lanzarote), opera infatti alcune modifiche al codice penale che impattano sull'ambito di operatività degli artt. 24-ter e 25-quinquies del d.lg. 231/2001.
Innanzitutto all'articolo 416 c.p. (associazione per delinquere) è aggiunto, in fine, il seguente comma:
Se l'associazione è diretta a commettere taluno dei delitti previsti dagli articoli 600-bis, 600-ter, 600-quater, 600-quater.1, 600-quinquies, 609-bis, quando il fatto è commesso in danno di un minore di anni diciotto, 609-quater, 609-quinquies, 609-octies, quando il fatto è commesso in danno di un minore di anni diciotto, e 609-undecies, si applica la reclusione da quattro a otto anni nei casi previsti dal primo comma e la reclusione da due a sei anni nei casi previsti dal secondo comma.
..."


Leggi tutto l'articolo "Convenzione di Lanzarote e d.lg. 231/2001" sul sito ReatiSocietari.it

Commenti

Post più popolari