13 dicembre 2012

Scarica il report del 1° Forum Annuale sulla Privacy

E' stato reso disponibile on line il report conclusivo del 1° Annual Privacy Forum 2012, svoltosi il 10 e 11 ottobre scorso a Limisso (Cipro).
Il Forum è frutto della collaborazione tra l'Agenzia Europea per la Sicurezza delle Reti e dell'Informazione (ENISA) e la Direzione Generale Communications Networks Content and Technology della Commissione Europea (DG CONNECT), con il contributo del Dipartimento di Scienze Informatiche dell'Università di Cipro.

Lo sviluppo delle tecnologie ICT ha reso disponibile, a utenti, aziende e governi, un numero sempre crescente di servizi e strumenti informativi. Questa tendenza ha iniziato ad accelerare con la diffusione di Internet, si è sviluppata con il concetto di Web 2.0 ed è attualmente in evoluzione verso l'Internet delle cose (anche conosciuto come ambient intelligence, pervasive computing o ubiquitous computing). Oggi nelle conferenze di lavoro si parla di "Big Data", ovvero la disponibilità di un'enorme quantità di dati relativi a tutti gli aspetti della società.
Non c'è dubbio che questi sviluppi possano trasformare la società, con molti effetti benefici sulla qualità della nostra vita. Tuttavia, una delle preoccupazioni principali è che questi sviluppi hanno la tendenza a erodere sistematicamente la nostra privacy.
Affrontare questa sfida richiede una profonda comprensione degli aspetti politici, giuridici, sociologici, psicologici e tecnici di questi problemi.

Tra le principali raccomandazioni emerse dal Forum;
  • vi è la necessità di strumenti informatici più rispettosi della privacy;
  • la ricerca dovrebbe cercare di sviluppare strumenti innovativi per gli utenti aumentando la trasparenza;
  • la conoscenza empirica dei flussi di dati dovrebbe essere il punto di partenza di qualsiasi programma di lavoro;
  • le agenzie di protezione dei dati dovrebbe studiare i casi di fallimento del mercato nella tecnologia per la privacy, e intervenire con precisione scientifica ed economica.
Il report, con l'evidenza delle raccomandazioni e delle conclusioni, può essere scaricato dal sito del Privacy Forum.

Nessun commento:

Posta un commento